Salta al contenuto principale

Cosa ti serve

Questo smontaggio non è una guida di riparazione. Per riparare il tuo Samsung Galaxy S10, usa il nostro manuale di assistenza.

  1. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e, Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 1, immagine 1 di 2 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e, Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 1, immagine 2 di 2
    • Cosa identifica esattamente la "e" nell'S10e che nell'S10 non c'è? Vediamo se le specifiche ci dicono qualcosa:

    • Display Super AMOLED Infinity-O: 5.8" (2280 × 1080) per l'S10e e 6.1" (3040 × 1440) per l'S10

    • Processore Qualcomm Snapdragon 855 (o Samsung Exynos 9820 in alcune regioni)

    • Fotocamera anteriore da 10 megapixel, fotocamera posteriore con un modulo grandangolare da 12 MP a doppia apertura e un modulo ultra-wide da 16 MP; l'S10 ha anche un modulo teleobiettivo aggiuntivo da 12 MP

    • Un sensore di impronte digitali convenzionale nel pulsante laterale dell'S10e, contro il nuovo sensore di impronte digitali a ultrasuoni nascosto sotto il display dell'S10

    • Jack per cuffie e slot per schede microSD

    • Grado di resistenza all'acqua/polvere IP68

  2. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 2, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 2, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 2, immagine 3 di 3
    • Le facciate monolitiche di questi telefoni non rivelano molto subito, anche se notiamo i bordi del display curvi su S10 e S10+.

    • Sul retro individuiamo due diverse linee di fotocamere: tutti i telefoni sono dotati di fotocamere grandangolari e ultra-wide, ma S10 e S10+ hanno in aggiunta teleobiettivi.

    • Mentre siamo fermi a guardare i telefoni come nel 1894, Creative Electron offre immagini a raggi X allo stato dell'arte per aiutarci a smascherare questi telefoni.

    • Una densa cover posteriore in ceramica rende S10+ molto più opaco ai raggi X rispetto ai suoi compagni con il vetro. In altre parole, è scuro.

    • Togliamo il coperchio dell'S10+ nel nostro video smontaggio: dai un'occhiata qui!

  3. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 3, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 3, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 3, immagine 3 di 3
    • Mentre questi telefoni esternamente sono simili, il più economico S10e ha un pulsante di accensione notevolmente più grande, dove è alloggiato il classico sensore di impronte digitali capacitivo.

    • L'S10 fa le cose in maniera un po' più elegante, con un sensore di impronte digitali che non puoi nemmeno vedere... senza uno smontaggio, ovviamente.

    • A proposito, speriamo che il riposizionamento di questi sensori di impronte digitali renderà la nostra procedura di apertura un po' più sicura.

    • Nonostante le loro piccole differenze, sia S10 che S10e concordano sul fatto che i jack per le cuffie sono ancora abbastanza interessanti. E sono dotati anche di porte USB-C, microfono e altoparlanti in tinta.

    • Nella parte superiore dei telefoni, diamo il nostro primo sguardo (di persona) ad alcune "perforazioni" sui display, muniti di pellicole di protezione preinstallate.

    • Apparentemente, una protezione per schermo in vetro temperato potrebbe interferire con il sensore a ultrasuoni, quindi questo è il tentativo di Samsung di risolvere quel particolare problema. Ma allora, perché l'S10e ne ha bisogno?

  4. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 4, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 4, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 4, immagine 3 di 3
    • Con un telefono nuovo e migliorato arriva una procedura di apertura nuova e migliorata... o forse no! Ancora una volta dobbiamo scaldare cose e far lavorare il nostro fidato iSclack.

    • Giriamo le spalle ai nostri telefoni, aspettandoci una qualche sorta di trappola. Non questa volta, Ammiraglio Ackbar! I pannelli posteriori si tolgono subito.

    • Si direbbe che Samsung abbia accidentalmente apportato un miglioramento alla riparazione: spostando il sensore di impronte digitali dal coperchio posteriore, ha eliminato la trappola esplosiva dei cavi flessibili che ha afflitto le riparazioni dell'hardware Galaxy negli ultimi anni.

    • Infine, questa volta l'adesivo è un po' meno tenace o è frutto della nostra immaginazione?

    • Proprio mentre il tutto si sta raffreddando, notiamo dei rivestimenti in grafite per la dissipazione del calore posizionati strategicamente su questi coperchi posteriori. Qualcosa qui è progettato per riscaldarsi senza bruciarti le dita.

  5. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 5, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 5, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 5, immagine 3 di 3
    • Solo poche viti Phillips standard si frappongono tra noi e le cose belle. Il nostro Set cacciaviti Marlin ci ha aiutato, ma siamo felici che Samsung ci abbia fatto usare un solo cacciavite per ora.

    • Questi gruppi telaio con bobine integrate hanno imparato un nuovo trucco: ora possono caricare in modalità wireless altri dispositivi.

    • Questo probabilmente è il motivo per cui quest'anno le bobine sono inserite tra due strati di grafite: un caricatore wireless che trasmette e riceve è destinato a produrre molto più calore.

    • La ricarica wireless è intrinsecamente inefficiente, generando un sacco di calore di scarto come sottoprodotto.

    • Non si sa ancora quanto questa ricarica possa influire sulla durata della batteria del telefono a lungo termine, soprattutto su una batteria che non è facilmente sostituibile dall'utente.

  6. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 6, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 6, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 6, immagine 3 di 3
    • I jack per cuffie Samsung sono alti solo 12 mm e larghi 8 mm e sono modulari al 100%, il che ci piace molto. È un vero peccato che per loro non ci sia abbastanza spazio in un iPhone o addirittura in un iPad.

    • ... o forse c'è?

    • Parleremo di fotocamere fra un attimo, ma per ora abbandoniamo le selfie cam per far posto all'estrazione della scheda madre.

    • Il nostro ingegnere esegue un sollevamento della scheda madre perfettamente sincronizzato...

    • ...e sfortunatamente arriviamo alle porte USB-C. Quello che prima era uno dei pochi punti a favore della riparazione dei telefoni Galaxy, una porta USB-C modulare e sostituibile, non c'è più.

  7. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 7, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 7, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 7, immagine 3 di 3
    • Diamo una sbirciatina sotto la scheda madre e facciamo un paio di osservazioni interessanti.

    • Quel grosso dissipatore di calore in rame sotto la scheda è molto più massiccio di quello dell'S9; assomiglia di più a quello che abbiamo trovato nel Note9.

    • Nel frattempo, togliamo una protezione termica multi-strato dalla scheda. Tutto questo rame crea una grande superficie piatta per un miglior trasferimento di calore. È un metallo morbido, ma la morbidezza dell'interfaccia evita eventuali interruzioni di contatto che altrimenti potrebbero abbattere le prestazioni o surriscaldare il telefono.

    • Questo adesivo sottile sembra anche fornire una schermatura RF, poiché c'è un grosso buco nella struttura di metallo sottostante, dove troviamo un PMIC e un grande pad termico rosa.

    • TL; DR: Riteniamo che la ricarica rapida unita alla ricarica wireless inversa causi un serio stress termico sull'elettronica di questo sistema. Samsung ha usato tutti i metodi possibili per tenerla al fresco.

  8. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 8, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 8, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 8, immagine 3 di 3
    • Quindi togliamo la matrice principale della fotocamera dalla scheda: è incassata in una cornice di plastica gialla, probabilmente in ABS o nylon nel suo colore naturale. (Sembra un po' anni '80, ma non importa.)

    • Affianchiamo la schiera di fotocamere vicino alle loro rispettive selfie cam (rispettivamente all'estrema sinistra e all'estrema destra).

    • La schiera dell'S10 (a sinistra) ha una telecamera in più rispetto al teleobiettivo S10e, da 12 MP, ƒ/2.4 con OIS e collegato sullo stesso connettore della videocamera grandangolare standard.

    • Un ulteriore smontaggio sarebbe un'operazione piuttosto distruttiva, ma ecco una radiografia che mostra il sensore del teleobiettivo e gli elettromagneti della stabilizzazione ottica OIS.

    • Le telecamere grandangolari da 12 MP si guadagnano anche loro l'OIS, così come la la trovata della configurazione a doppia apertura dell'S9+.

    • Infine, i moduli ultra grandangolari da 16 MP ƒ/2.2 hanno telai in plastica leggermente più spessi.

    • Il nome in codice di quest'anno è "Beyond" (Oltre), aggiornato da infinity "Star" dell'anno scorso.

  9. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 9, immagine 1 di 1
    • Pad termici e fotocamere a parte, eccoci a arrivati ai chip! Sul lato anteriore di queste schede madri (in alto: S10e, in basso: S10), individuiamo:

    • S10e: memoria flash NAND Toshiba UFS da 128 GB

    • S10: memoria flash NAND Samsung eUFS da 512 GB

    • Samsung K3UH7H70AM LPDDR4X stratificato su SoC Qualcomm Snapdragon 855

    • Codec audio Qualcomm WCD9341

    • Qorvo 78062, probabilmente un modulo front-end RF Fusion

    • PMIC Maxim MAX77705C

    • Skyworks 78160-5

  10. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 10, immagine 1 di 2 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 10, immagine 2 di 2
    • Samsung non è tipo da tirarsi indietro e infatti ha disposto dell'altro silicio sulle facce opposte:

    • Murata KM8D03042 (probabilmente un modulo Wi-Fi/Bluetooth)

    • Qualcomm SDR8150 (probabilmente un ricetrasmettitore RF)

    • Qualcomm PM8150 (probabilmente un PMIC)

    • Ricevitore di potenza wireless IDT P93205

    • Qorvo 78042

    • Controller NFC NXP 80T17

    • Modulo front-end RF Qualcomm QDM3870

  11. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 11, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 11, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 11, immagine 3 di 3
    Attrezzo utilizzato in questo passaggio:
    iFixit Adhesive Remover
    $19.99
    Compra
    • È l'ora della batteria! Con sorpresa di nessuno, queste due batterie sono fortemente incollate ai loro telai in metallo, senza nessuna amichevole linguetta di estrazione in vista.

    • Non ti preoccupare però: tiriamo fuori il nostro prodotto antiadesivo e impostiamo una bellissima funzione "acqua" mentre aspettiamo che l'adesivo abbassi le sue difese.

    • L'abbiamo già detto e lo ripeteremo di nuovo: le batterie si usurano e dovranno essere sostituite prima della fine della vita di quasi tutti gli smartphone moderni.

    • Queste centrali elettriche portatili spaziano dagli 11,94 Wh dell'S10e a sinistra ai 13,09 Wh dell'S10 a destra (un aumento del 13% rispetto alle 11,55 dell'anno scorso).

    • Per fare un paragone, i nuovi iPhone sfoggiano rispettivamente 11,16 Wh (XR) e 10,13 Wh (XS).

  12. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 12, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 12, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 12, immagine 3 di 3
    • Con nient'altro intorno da smontare, prendiamo il coraggio a due mani e proviamo a rimuovere questo delicato display.

    • All'interno dell'S10 individuiamo il nuovo sensore ultrasonico per il rilevamento delle impronte digitali.

    • Questa è tecnologia passata per pipistrelli e delfini, ma uno smartphone che utilizza il suono per leggere le impronte digitali è molto bello, a dire il vero. (Per gentile concessione di Qualcomm).

    • La tecnologia potrà anche essere nuova, ma la nostra lode finisce lì. Abbiamo provato quasi tutto quello che potevamo con quesdto benedetto ragazzo e non ne è uscito intatto.

    • Se Samsung ha suggerimenti per la riparazione che vorrebbe condividere, siamo tutto orecchie. Per ora, supponiamo che dovrai pagare un braccio e una gamba per un nuovo schermo in caso di malfunzionamento del sensore.

  13. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 13, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 13, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 13, immagine 3 di 3
    • Il display piatto sull'S10e è un filo meno spaventoso da rimuovere rispetto allo schermo curvo dell'S10. Sfortunatamente, dubitiamo che uno di questi schermi vivrà abbastanza per partecipare a un altro gioco di Fortnite.

    • L'S10e non ha una tecnologia ultrasonica innovativa incollata sul retro del display, ma ha una faccia familiare:

    • Il controller touch S6SY761X di Samsung, lo stesso IC del display dell'S9 sfoggiato lo scorso anno, e negli S8 prima di loro.

    • Ecco uno sguardo ravvicinato a quel sensore tattile capacitivo che abbiamo menzionato in precedenza, integrato nel pulsante di accensione.

    • Questa tecnologia è meno appariscente, ma molto più affidabile di qualsiasi altra cosa montata sotto lo schermo fino ad ora.

    • Sfortunatamente questa procedura di riparazione lascia molto a desiderare, richiedendo la rimozione dell'intero schermo per accedere al pulsante.

  14. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 14, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 14, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 14, immagine 3 di 3
    • Questi display ultrasottili realizzati da Samsung funzionano come un ulteriore strumento per gestire il calore, supportati con strati di rame e grafite per dissipare il calore generato da altri componenti all'interno del telefono.

    • Il foro per la fotocamera inserito in questi strati è, ovviamente, intenzionale e scavato "pixel per pixel" da un laser. Il foro prosegue attraverso il telaio centrale e la scheda madre fino alla fotocamera stessa.

    • A differenza della fotocamera, i sensori di prossimità e di impronte digitali nascosti possono "vedere" direttamente attraverso la matrice OLED, consentendo la schermata più "edge-to-edge" che abbiamo mai visto in uno smontaggio. Probabilmente non li vedrai mai durante il normale utilizzo, ma qui, con i display smontati, è facile individuarli.

  15. Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 15, immagine 1 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 15, immagine 2 di 3 Smontaggio Samsung Galaxy S10 e S10e: passo 15, immagine 3 di 3
    • Abbiamo smontato due interi telefoni per il tuo piacere di visione, ma ecco il TL; DR nel caso tu abbia fretta:

    • Grandi batterie, ancora incollate e non facilmente sostituibili.

    • La ricarica wireless di altri dispositivi da questi telefoni produce molto calore e, probabilmente, non è ottimale per la durata della batteria a lungo termine.

    • I display sono davvero carini, ma cambiarli sarà costoso e difficile e il nuovo posizionamento del sensore di impronte digitali non è di grande aiuto.

    • Ma aspetta, c'è dell'altro! Agisci ora e potrai assistere a un terzo teardown GRATUITO: abbiamo un video dello Smontaggio di S10+!

    • Un ringraziamento speciale al nostro amico Greg Kramer, che ci ha aiutato a decodificare le varie novità in termini di gestione termica su questi telefoni. (Eventuali errori sono probabilmente nostri). Saluti Greg!

    • Con questo, è il momento di prendere il toro per le corna e dare a questi telefoni un punteggio.

  16. Considerazioni Finali
    • Un singolo cacciavite a croce Phillips si prende cura di tutte le viti.
    • Molti componenti sono modulari e possono essere sostituiti in modo indipendente, ma la porta di ricarica è ora saldata alla scheda madre.
    • La sostituzione della batteria è possibile, ma ancora inutilmente difficile.
    • Il vetro incollato sia davanti sia dietro comporta maggiori rischi di rottura e rende difficile la fase iniziale delle riparazioni.
    • Le riparazioni dello schermo richiedono una lunga serie di operazioni di smontaggio mentre si lotta contro il tenace adesivo.
    Punteggio Riparabilità
    3
    Riparabilità 3 su 10
    (10 è il più facile da riparare)

Un ringraziamento speciale a questi traduttori:

en it

66%

Questi traduttori ci stanno aiutando ad aggiustare il mondo! Vuoi partecipare?
Inizia a tradurre ›

Adam O'Camb

Membro da: 04/11/15

197.487 Reputazione

416 Guide realizzate

33 Commenti

Guess I'll take a pass on the S10 this time.

Just curious, no Broadcom chips at all in this Galaxy iteration? No BCM4375?

Dereth Tang - Replica

There is a Broadcom present in the SM-G973F/DS model. A BCM4775 GNSS receiver. Have a look here https://www.chiprebel.com/galaxy-s10-tea...

timvelthof -

How about proximity sensor in the S10+ and S10? Since every component need to be under screen.

Is this possible to have more cleared or close picture about that, thanks!

acheter purchase - Replica

I would also love to get a better understanding on who is supplying the S10 with the under display proximity sensor

Body Double -

It’s going to be almost near impossible for handyman individuals to replace phone batteries in the upcoming years. Companies are implementing methods to further complicate repairing/replacing procedures. I don’t see an incentive in buying a $900- $1,100 smartphone that will only last 3 years (if battery use is moderated to a minimum). To make matters worse, third-party vendors like iFixit aren’t improving their tools necessary in making it easier to repair/replace. As repairing/replacing prices climb higher and higher every year by $20, it is becoming more unlikely in even considering repairing or replacing something simple like a phone battery for the upcoming years.

Mike Alvarado - Replica

Aggiungi Commento

Visualizza Statistiche:

Ultime 24 Ore: 39

Ultimi 7 Giorni: 246

Ultimi 30 Giorni: 1,151

Tutti i Tempi: 270,689