Salta al contenuto principale

Introduzione

Il nuovo iMac M1 è solo un iPad di dimensioni ridicole, un MacBook M1 senza tastiera o un Mac Mini M1 allargato come l'impasto per la pizza? Lo scopriremo solo smontandolo, per quanto possa essere difficile. È l'ora di uno smontaggio.

Per più smontaggi e riparazioni, controlla il nostro canale YouTube e le nostre pagine Instagram e Twitter. Oppure, per avere tutte le novità da iFixit nella tua casella di posta elettronica, iscriviti alla nostra newsletter.

Questo smontaggio non è una guida di riparazione. Per riparare il tuo iMac M1 24", usa il nostro manuale di assistenza.

  1. Puoi avere questo smontaggio in qualsiasi colore, purché sia viola. Abbiamo optato per il modello intermedio, con le seguenti specifiche: Chip Apple M1 con CPU  8 core (quattro core ad alte prestazioni e quattro core ad alta efficienza) e un Neural Engine da 16 core GPU integrata Apple M1 da 8 core
    • Puoi avere questo smontaggio in qualsiasi colore, purché sia viola. Abbiamo optato per il modello intermedio, con le seguenti specifiche:

    • Chip Apple M1 con CPU 8 core (quattro core ad alte prestazioni e quattro core ad alta efficienza) e un Neural Engine da 16 core

    • GPU integrata Apple M1 da 8 core

    • RAM integrata da 8 GB

    • Schermo True Tone da 23.5" (diagonale) in 4480 × 2520 e supporto per un miliardo di colori (gamut P3)

    • SSD da 256 GB

    • Specifiche a parte, ad una prima vista questo iMac sembra in modo preoccupante un iPad su un piedistallo. Se hai mai provato a smontare un iPad, saprai perché siamo un poco esitanti a scavare in questa lastra sottile.

  2. Stiamo smontando gli iMac da molto tempo, quindi siamo abbastanza veloci ormai, ma se sei impaziente, nulla batte un'immagine ai raggi X. Osserva questa bellezza dai nostri amici di Creative Electron. A confronto con l'immagine ai raggi X di un iMac Intel da 27" abbiamo notato: L'interno del nuovo iMac è dominato da due enormi placche in metallo. A cosa servono?
    • Stiamo smontando gli iMac da molto tempo, quindi siamo abbastanza veloci ormai, ma se sei impaziente, nulla batte un'immagine ai raggi X. Osserva questa bellezza dai nostri amici di Creative Electron.

    • A confronto con l'immagine ai raggi X di un iMac Intel da 27" abbiamo notato:

    • L'interno del nuovo iMac è dominato da due enormi placche in metallo. A cosa servono?

    • Il logo Apple fornisce un conveniente passaggio per le frequenze radio per alcune antenne, ma, a differenza di prima, l'antenna stessa non è a forma del logo Apple.

    • Quasi tutto il silicio è concentrato in delle strette strisce orizzontali in alto (la scheda dello schermo) e in basso (la scheda madre). Se hai visto i nostri smontaggi degli altri Mac M1, potresti essertelo aspettato.

    • PS: Quei cerchi al centro sono batterie a moneta?

  3. La Magic Keyboard inclusa ottiene il suo primo aggiornamento dal 2017, ora fornendo angoli più rotondi, il colore dell'iMac scelto e i tasti funzione riorganizzati. Senza dimenticarci i nuovi codici identificativi: modello A2449 e EMC 3579.
    • La Magic Keyboard inclusa ottiene il suo primo aggiornamento dal 2017, ora fornendo angoli più rotondi, il colore dell'iMac scelto e i tasti funzione riorganizzati.

    • Senza dimenticarci i nuovi codici identificativi: modello A2449 e EMC 3579.

    • Il nuovo sensore Touch ID in alto a destra non sembra per niente come quello dei MacBook: infatti è una copia esatta del defunto tasto home degli iPhone. Questa è la prima comparsa del Touch ID su una periferica, che ha alcune interessanti implicazioni sulla sicurezza/riparazione.

    • Apple ha sempre associato ogni tasto originale del Touch ID alla sua specifica scheda madre in nome della sicurezza, rendendo le sostituzioni a dir poco problematiche. Ma su delle periferiche wireless?

    • Torneremo allo smontaggio della tastiera e a testare il Touch ID a breve!

  4. Il nostro modello intermedio ha due porte Thunderbolt 4 e due normali USB C: il doppio del modello base, ma non molte per un desktop. Magari c'è posto all'interno per delle espansioni? Ma hey, se sei in cerca di opzioni per il colore, sei fortunato: ci sono più colori che porte. La porta rotonda dell'alimentazione sembra venire da Matrix. Meglio smontare questo iMac velocemente, prima che impari il kung fu.
    • Il nostro modello intermedio ha due porte Thunderbolt 4 e due normali USB C: il doppio del modello base, ma non molte per un desktop. Magari c'è posto all'interno per delle espansioni?

    • Ma hey, se sei in cerca di opzioni per il colore, sei fortunato: ci sono più colori che porte.

    • La porta rotonda dell'alimentazione sembra venire da Matrix. Meglio smontare questo iMac velocemente, prima che impari il kung fu.

    • Sulla base troviamo un nuovo numero di modello: A2438 più l'unico EMC 3663, e dice "Made in Thailand".

    • Storicamente gli iMac sono assemblati in Cina, con alcuni negli USA. La Cina potrebbe stata essere esclusa a causa delle recenti tensioni (e tasse).

    • L'iMac M1 è spesso quanto due iPad, non è profondo abbastanza per una presa jack, quindi è stata messa di traverso.

  5. Urrà! L'iMac M1 utilizza ancora il classico adesivo degli iMac: non è quell'incubo appiccicoso degli iPad che temevamo. Non ci piacciono i desktop incollati insieme, ma se insisti, allora questo tipo di schiuma facile da separare è stata la nostra raccomandazione sin da quando l'abbiamo trovata la prima volta nell'iMac 2012. Si può aprire facilmente con un'utile ruota di taglio. Non tutto è familiare. Il sorprendente taglio superficiale è irregolare in modo preoccupante. Fortunatamente, il nostro tagliapizza è passato solo sopra una serie di supporti protettivi in plastica delle viti, nulla di delicato.
    • Urrà! L'iMac M1 utilizza ancora il classico adesivo degli iMac: non è quell'incubo appiccicoso degli iPad che temevamo.

    • Non ci piacciono i desktop incollati insieme, ma se insisti, allora questo tipo di schiuma facile da separare è stata la nostra raccomandazione sin da quando l'abbiamo trovata la prima volta nell'iMac 2012. Si può aprire facilmente con un'utile ruota di taglio.

    • Non tutto è familiare. Il sorprendente taglio superficiale è irregolare in modo preoccupante. Fortunatamente, il nostro tagliapizza è passato solo sopra una serie di supporti protettivi in plastica delle viti, nulla di delicato.

    • A differenza degli iMac precedenti, questo ha una sola lastra di vetro, nessun mento in metallo che impedisce l'accesso alle componenti interne. Solo dei cavi da scollegare e nessuna inutile trappola!

    • Non vediamo l'ora di dare un'occhiata a quei pezzi che sembrano dei radiatori: potrebbero essere delle camere per gli speaker?

    • Il nostro cacciavite a bussola da 2,5 mm fa una rara apparizione (ti puoi ricordare del suo ruolo nello smontaggio dell'iPhone 6s) per svitare le viti a distanziale della scheda madre. Grazie al nostro kit iPhone Marlin, ne abbiamo uno a portata di mano!

    • È bello vedere computer incredibilmente sottili usare delle viti anziché della colla. Hey, team degli iPad, state ascoltando?

    • La scheda madre delle dimensioni di quella di un MacBook Air M1 senza ventole è ospitata nel "mento" artificiale dell'iMac.

    • A differenza di quello nel MacBook Air, questo M1 è raffraddato da un paio di ventole. Entrambe le ventole soffiano sulla scheda madre, dove il dissipatore rilascia calore dall'M1 con un condotto termico in rame e due corti dissipatori.

    • Torneremo per un'occhiata più da vicino a queste ventole, ma non possiamo resistere ad una scheda madre nuda!

  6. Grazie all'architettura M1, questa è la scheda madre più piccola mai vista su un iMac. Vediamola da più vicino. SoC (sistema su un chip) Apple APL1102/339S00817 64-bit M1 8-core
    • Grazie all'architettura M1, questa è la scheda madre più piccola mai vista su un iMac. Vediamola da più vicino.

    • SoC (sistema su un chip) Apple APL1102/339S00817 64-bit M1 8-core

    • Memoria SK Hynix H9HCNNNCRMMVGR-NEH 8 GB (2 x 4 GB) LPDDR4

    • Memoria flash Kioxia KICM225VE4779 128 GB NAND

    • Modulo Wi-Fi/Bluetooth Murata 339S00763

    • IC di gestione dell'energia Apple APL1096/343S00474

    • IC di gestione dell'energia Apple APL1097/343S00475

    • IC di gestione dell'energia Richtek RT4541GQV

  7. Ora mettiamola giù, giriamola e ruotiamola: Memoria flash Kioxia KICM225VE4779 128 GB NAND Memoria flash Macronix MX25U6472F 64 MB serial NOR
    • Ora mettiamola giù, giriamola e ruotiamola:

    • Memoria flash Kioxia KICM225VE4779 128 GB NAND

    • Memoria flash Macronix MX25U6472F 64 MB serial NOR

    • Controller ethernet Broadcom BCM57762

    • Controller cavo USB-C Infineon (formerly Cypress Semiconductor) CYPDC1185B2-32LQXQ

    • eFuse con monitoraggio del carico di corrente e protezione sovratensioni Texas Instruments TPS259827ON 15-amp

    • Codec audio Cirrus Logic CS42L83A

    • Un misterioso tasto con tre LED al di sotto: per cosa può essere? Diagnostica? Un segreto codice morse diretto a Tim Cook? Diteci cosa ne pensate nei commenti!

  8. Ora passiamo alle porte! La scheda USB C ruota verso l'alto come la copertura dell'accendino nella tua macchina. Da qui si possono scollegare dalla scheda di interconnessione (incredibilmente sottile). Anche l'iMac "Pro" ha tutte le sue porte saldate alla scheda madre. Anche se un desktop ha meno probabilità di soffrire dell'usura delle porte di un portatile, è sempre un bene avere l'opzione di sostituirle.
    • Ora passiamo alle porte! La scheda USB C ruota verso l'alto come la copertura dell'accendino nella tua macchina. Da qui si possono scollegare dalla scheda di interconnessione (incredibilmente sottile).

    • Anche l'iMac "Pro" ha tutte le sue porte saldate alla scheda madre. Anche se un desktop ha meno probabilità di soffrire dell'usura delle porte di un portatile, è sempre un bene avere l'opzione di sostituirle.

    • Anche queste piccoline sono abbinate al colore. Non sempre concordiamo con le scelte di Apple, ma non possiamo negare che si impegnino nel prenderle.

  9. Dopo aver rimosso questa scheda di interconnessione sottile come un wafer, tuffiamoci nella nostra seconda porzione di chip da identificare: Controller ASMedia ASM3142 PCIe-to-USB 3.1 Gen 2
    • Dopo aver rimosso questa scheda di interconnessione sottile come un wafer, tuffiamoci nella nostra seconda porzione di chip da identificare:

    • Controller ASMedia ASM3142 PCIe-to-USB 3.1 Gen 2

    • Controller presa/alimentazione USB-C Texas Instruments CD3218B12

    • Retimer Intel JHL8040R Thunderbolt 4

    • Switch mux con compatibilità USB 3.1 type-C ASMedia ASM1543 10 Gbps 4:2

    • Riduttore sincrono a due fasi Analog Devices (ex Linear Technology) LTC3890-2

    • Sensore della temperatura Texas Instruments TMP464 a cinque canali

    • Amplificatore audio Analog Devices SSM3515B 31 watt classe D

    • Ma aspetta: c'è di più! Per la modica cifra di 0€, abbiamo un'intera guida piena di identificazioni del silicio dell'iMac M1. Non avevamo spazio per tutti qui, quindi la nostra perdita è il tuo guadagno!

  10. Se tu, come noi ed alcuni utenti di Twitter dall'occhio fino, hai pensato che quelle camere in metallo erano parte del nuovo sistema di speaker, avevate ragione! Sono incredibilmente sottili (circa 1,5 mm all'apertura), ma la loro area si estende fino a coprire parecchio dello spazio interno, e di conseguenza aria, per un suono più pieno. Buon utilizzo di spazio che sarebbe altrimenti rimasto vuoto. L'ossessione di Apple con la qualità audio è evidente in tutti i loro prodotti, come visto dai recenti smontaggi delle loro cuffie fino alle AirTags.
    • Se tu, come noi ed alcuni utenti di Twitter dall'occhio fino, hai pensato che quelle camere in metallo erano parte del nuovo sistema di speaker, avevate ragione!

    • Sono incredibilmente sottili (circa 1,5 mm all'apertura), ma la loro area si estende fino a coprire parecchio dello spazio interno, e di conseguenza aria, per un suono più pieno. Buon utilizzo di spazio che sarebbe altrimenti rimasto vuoto.

    • L'ossessione di Apple con la qualità audio è evidente in tutti i loro prodotti, come visto dai recenti smontaggi delle loro cuffie fino alle AirTags.

    • Parlando di aria, il nostro modello intermedio di iMac include due piccole ventole (mentre nel modello base ce n'è solo una). Questo denota il primo dispositivo con M1 a doppia ventola, il che dovrebbe essere più che sufficiente, considerando quanto si sia comportato bene il MacBook Air M1 senza ventole con lo stesso chip.

  11. Ora vediamo più da vicino quella scheda delle batterie. I due contatti in uscita misurano 3 V, il che suggerisce che queste siano probabilmente delle batterie CMOS in parallelo. Ma perché averne due? E perché la strana posizione al centro del dispositivo? Solitamente ci aspettiamo una sola batteria CR2032 a protezione della NVRAM, come negli iMac precedenti. Miglior ipotesi: Il nuovo iMac era troppo sottile per avere una CR2032 sulla scheda madre. Questo è corretto: non potevano inserire la batteria da un AirTag. Quindi Apple ha invece utilizzato due batterie CR2016 alte la metà e spostate in questa posizione per avere spazio.
    • Ora vediamo più da vicino quella scheda delle batterie. I due contatti in uscita misurano 3 V, il che suggerisce che queste siano probabilmente delle batterie CMOS in parallelo. Ma perché averne due? E perché la strana posizione al centro del dispositivo?

    • Solitamente ci aspettiamo una sola batteria CR2032 a protezione della NVRAM, come negli iMac precedenti.

    • Miglior ipotesi: Il nuovo iMac era troppo sottile per avere una CR2032 sulla scheda madre. Questo è corretto: non potevano inserire la batteria da un AirTag. Quindi Apple ha invece utilizzato due batterie CR2016 alte la metà e spostate in questa posizione per avere spazio.

    • Un'ispezione più da vicino rivela una striscia adesiva estensibile camuffata sotto la scheda delle batterie, dello stesso tipo utilizzato per tenere ferme le batterie degli iPhone.

    • Siamo dei sostenitori dell'adesivo estensibile quando l'alternativa è fare leva su una batteria incollata, ma il suo utilizzo qui sembra fuori posto.

    • Anche qui la sottigliezza suggerisce una risposta: questa è una scheda sottilissima, tenuta ferma da una sottile striscia di adesivo.

    • Non puoi rimuovere completamente o sostituire nessuna delle due batterie mentre la scheda è incollata. Fortunatamente la sostituzione non dovrebbe essere frequente, ma sarà sicuramente scomoda.

  12. Cosa altro possiamo rimuovere da questo iMacPad? Abbiamo trovato: Una presa jack modulare. Buone notizie, considerando che questa è la porta che probabilmente verrà usata di più. La sottilezza del dispositivo ha un lato positivo: la presa jack non è sul retro. Un tasto di accensione, montato su un robusto supporto in metallo, incollato direttamente sulla copertura. Si attiva su una piccola cerniera.
    • Cosa altro possiamo rimuovere da questo iMacPad? Abbiamo trovato:

    • Una presa jack modulare. Buone notizie, considerando che questa è la porta che probabilmente verrà usata di più. La sottilezza del dispositivo ha un lato positivo: la presa jack non è sul retro.

    • Un tasto di accensione, montato su un robusto supporto in metallo, incollato direttamente sulla copertura. Si attiva su una piccola cerniera.

    • Il gruppo del triplo microfono con "qualità da studio": due in alto e uno rivolto in avanti vicino alla fotocamera.

  13. Il logo di Apple sul retro non si illumina come sui classici MacBook, ma irradia ancora. Come negli iMac precedenti, ha un foro che agisce come conveniente finestra per un antenna. La protezione dello schermo ha due fessure orizzontali che si appendono a delle alette sulla copertura, per tenere lo schermo fissato in sicurezza. La storia, ma nessun segno, indica LG come un possibile produttore per questo pannello. La cerniera del supporto non è più accessibile dall'esterno, quindi scegli l'adattatore VESA fin da subito o mettiti l'anima in pace, oppure usa una rotella per l'apertura degli iMac.
    • Il logo di Apple sul retro non si illumina come sui classici MacBook, ma irradia ancora. Come negli iMac precedenti, ha un foro che agisce come conveniente finestra per un antenna.

    • La protezione dello schermo ha due fessure orizzontali che si appendono a delle alette sulla copertura, per tenere lo schermo fissato in sicurezza. La storia, ma nessun segno, indica LG come un possibile produttore per questo pannello.

    • La cerniera del supporto non è più accessibile dall'esterno, quindi scegli l'adattatore VESA fin da subito o mettiti l'anima in pace, oppure usa una rotella per l'apertura degli iMac.

  14. Come promesso, torniamo sulla nuova tastiera! Nonostante l'aggiornamento, resta difficile da aprire, ma la tripletta di ventosa resistente, alcool isopropilico e pazienza mostra i risultati. Il tasto del Touch ID potrebbe sembrare un semplice tasto da sopra, ma il retro sembra molto simile ad un sensore Touch ID di un iPhone 7. Che succede quando scambi i sensori Touch ID tra due tastiere? Si collegano normalmente e prendono le pressioni, ma ahimè non vogliono avere nulla a che fare con le tue impronte digitali. Ogni sensore Touch ID sembra associato alla specifica tastiera di provenienza.
    • Come promesso, torniamo sulla nuova tastiera! Nonostante l'aggiornamento, resta difficile da aprire, ma la tripletta di ventosa resistente, alcool isopropilico e pazienza mostra i risultati.

    • Il tasto del Touch ID potrebbe sembrare un semplice tasto da sopra, ma il retro sembra molto simile ad un sensore Touch ID di un iPhone 7.

    • Che succede quando scambi i sensori Touch ID tra due tastiere? Si collegano normalmente e prendono le pressioni, ma ahimè non vogliono avere nulla a che fare con le tue impronte digitali. Ogni sensore Touch ID sembra associato alla specifica tastiera di provenienza.

    • Questa non è una completa sorpresa: i sensori Touch ID sono stati associati crittograficamente ai rispettivi dispositivi originali per anni. Ma queste periferiche con Touch ID sono nuove, quindi abbiamo continuato a provare:

    • Due iMac, una tastiera: una volta associata una tastiera ad un iMac, deve prima essere dissociata per riassociarla ad un altro iMac. Dissociandola invalida il profilo Touch ID sull'iMac, anche se viene riassociato alla stessa tastiera successivamente.

  15. Il nuovo alimentatore (con la presa ethernet integrata) potrà vivere all'esterno al momento, ma non sfuggirà ai nostri strumenti! Abbiamo dovuto tirare fuori gli attrezzi pesanti, ma ne è valsa la pena. Benefici alla riparazione: se l'alimentatore dell'iMac si rompe, puoi sostituirlo facilmente. Inoltre, la mancanza di grandi condensatori esposti all'interno dell'iMac (come abbiamo visto su quelli precedenti) significa che sarai più al sicuro mentre lavori all'interno. D'altro canto, non potrai più sostituire i condensatori: non riuscirai ad entrare senza distruggere l'alimentatore.
    • Il nuovo alimentatore (con la presa ethernet integrata) potrà vivere all'esterno al momento, ma non sfuggirà ai nostri strumenti! Abbiamo dovuto tirare fuori gli attrezzi pesanti, ma ne è valsa la pena.

    • Benefici alla riparazione: se l'alimentatore dell'iMac si rompe, puoi sostituirlo facilmente. Inoltre, la mancanza di grandi condensatori esposti all'interno dell'iMac (come abbiamo visto su quelli precedenti) significa che sarai più al sicuro mentre lavori all'interno.

    • D'altro canto, non potrai più sostituire i condensatori: non riuscirai ad entrare senza distruggere l'alimentatore.

    • L'interno sembra simile ad un normale caricatore per i MacBook, anche se con un cavo internet che ci passa attraverso.

    • La piccola scheda ethernet probabilmente rafforza ed indirizza il segnale internet attraverso il fascio di cavi nero.

    • I cavi rossi passano la corrente nella corda magnetica non-Magsafe.

    • L'alimentatore può fornire 143 W, ma nella nostra prova, l'iMac ha consumato solo circa 60 W al massimo. C'è molto spazio per delle periferiche USB C che consumano molto.

  16. Questo conclude il nostro smontaggio più viola finora, scusa Pixel.
    • Questo conclude il nostro smontaggio più viola finora, scusa Pixel.

    • Il nuovo Apple iMac segue gli altri dispositivi M1 in una strada interessante, ma sempre meno riparabile.

    • Un mucchio di ingegnerizzazione impressionante è servita per rendere questo dispositivo il più sottile possibile, ma serviva davvero a qualcuno un desktop all in one più sottile? Le priorità di Apple continuano a confondermi.

    • Resta connesso! I prossimi sul tavolo degli smontaggi sono la nuova Apple TV e il telecomando con Siri, e forse anche un iPad Pro, quindi continua a controllare.

    • Come sempre, lasceremo al nostro punteggio di riparabilità il giudizio finale.

  17. Considerazioni Finali
    • Le ventole, le porte USB, la presa jack, il tasto di alimentazione, gli speaker e la fotocamera sono tutti ragionevolmente modulari ed aggiustabili velocemente.
    • L'alimentatore esterno è banale da sostituire, ma molto difficile da riparare.
    • Lo schermo è noioso da rimuovere e sostituire, ma è la componente più accessibile.
    • Non c'è possibilità di modificare la memoria interna: un duro colpo alle riparazioni, agli aggiornamenti, il recupero dei dati ed anche alla sicurezza.
    • La RAM è saldata direttamente sull'M1, rendendola impossibile da sostituire od aggiornare.
    • L'unico ingresso è passando attraverso l'adesivo dello schermo, rendendo le riparazioni noiose.
    Punteggio Riparabilità
    2
    Riparabilità 2 su 10
    (10 è il più facile da riparare)

Un ringraziamento speciale a questi traduttori:

en it

95%

Questi traduttori ci stanno aiutando ad aggiustare il mondo! Vuoi partecipare?
Inizia a tradurre ›

Awesome teardown so far, and I’m very relieved that they didn’t switch to a stronger screen adhesive!

Cero - Replica

Adhesive…humbug! Give me magnets.

barryjaylevine - Replica

Why? There is nothing upgradeable in the chassis. One can’t upgrade the SSD or RAM so what’s the point of going inside it other than that rare time to maybe clean the dust out of it?

Eduardo Gomez -

Yeh that's true ..like having a ton of space inside and can’t even have a upgradable m.2 slot thts way too bad. I mean they cold have give a spare slot somewhere.

Honey Pawar -

Is the glass chin color changeable?

John A - Replica

Aggiungi Commento

Visualizza Statistiche:

Ultime 24 Ore: 248

Ultimi 7 Giorni: 1,763

Ultimi 30 Giorni: 7,535

Tutti i Tempi: 195,651