Salta al contenuto principale
Inglese
Italiano

Traduzione in corso passo 3

Passo 3
Our usual procedure of heating, lifting and slicing doesn't go exactly to plan today: the adhesive refuses to budge under our suction cup. But the gap between the rear glass and the midframe is  just wide enough for our iMac Opening Wheel to slice into. There were no hidden cables to accidentally slice when opening the Mate 30 Pro, and since the 40 Pro also sports an under-display fingerprint reader, we expect no booby traps here. Reader,  we were wrong. A small flex cable next to the power button sadly made the, uh... cut.
  • Our usual procedure of heating, lifting and slicing doesn't go exactly to plan today: the adhesive refuses to budge under our suction cup. But the gap between the rear glass and the midframe is just wide enough for our iMac Opening Wheel to slice into.

  • There were no hidden cables to accidentally slice when opening the Mate 30 Pro, and since the 40 Pro also sports an under-display fingerprint reader, we expect no booby traps here. Reader, we were wrong.

  • A small flex cable next to the power button sadly made the, uh... cut.

  • Apart from that slightly disappointing setback, our entry is successful! Inside we see the thick adhesive strips that gave us a hard time, and the four unblinking eyes in the Space Ring. Most of our view at this point is blocked by shields and the wireless charging coil.

  • Not to play favorites, but we must admit this first look is less tidy than the clean new iPhone lineup.

La nostra procedura standard di riscaldamento, sollevamento e taglio oggi non va esattamente secondo i piani: l'adesivo si rifiuta di cedere alla nostra ventosa. Ma la fessura tra il vetro posteriore e il midframe è larga giusto quello che basta per infilarci dentro la nostra rotella di apertura iMac.

Nell'aprire il Mate 30 Pro, non c'erano cavi nascosti da tranciare accidentalmente e, dato che anche il 40 Pro è dotato di un lettore impronte digitali sotto il display, ci aspettavamo di non trovare trappole esplosive. Caro lettore, ci sbagliavamo.

Abbiamo purtroppo dato un taglio a un piccolo cavo flessibile vicino al pulsante di accensione.

A parte questo inconveniente un po' triste, il nostro tentativo di ingresso è coronato da successo! All'interno vediamo le spesse strisce adesive che ci hanno reso la vita difficile e i quattro occhi sbarrati dello Space Ring. In questo momento la maggior parte della vista è bloccata da schermature e dalla bobina di ricarica wireless.

Non vorremmo fare dei favoritismi, ma dobbiamo ammettere che, a questa prima occhiata, l'insieme è meno pulito ed essenziale rispetto alla nuova gamma iPhone.

I tuoi contributi sono usati su licenza in base alla licenza open source Creative Commons.