Salta al contenuto principale

Aggiusta la tua roba

Diritto alla Riparazione

Componenti & Strumenti

Inglese
Italiano

Traduzione in corso passo 3

Passo 3
With the kickstands raised, we can see that the Pro X gets a sleeker hinge—likely shaving off precious thickness. And if you look closely, you'll find the faint outline of what can only be described as a secret trap door in the Pro X. Lucky for us, it's not guarded by a three-headed dog. We poke the (magnetically secured!) trap door with our SIM eject bit, and...
  • With the kickstands raised, we can see that the Pro X gets a sleeker hinge—likely shaving off precious thickness.

  • And if you look closely, you'll find the faint outline of what can only be described as a secret trap door in the Pro X. Lucky for us, it's not guarded by a three-headed dog.

  • We poke the (magnetically secured!) trap door with our SIM eject bit, and...

  • Voilà! Underneath, an SSD (held down by a T3 screw) and a SIM slot!

  • And hey, this SSD looks super familiar. A quick comparison with the 256 GB drive we pulled from the Surface Laptop 3 confirms both devices are using the same drive. Standardization is great for repairs!

  • As an experiment, we try powering on the Pro X sans-SSD, and... no sign of life. We wouldn't expect it to boot up—but it's so dead, we sort of suspect the SSD acts as a battery kill switch like we found in the Laptop 3.

  • Unlike the Laptop 3 with its hidden screws, we don't find any fasteners lurking under this kickstand. Alas, this probably won't be a magical opening experience. We arm our iOpeners and brace ourselves for heavy adhesives...

A supporto dello schermo sollevato, notiam che il Pro X si guadagna una cerniera più fine, in nome forse di una preziosa riduzione dello spessore.

E, guardando da vicino, noterai il contorno appena distinguibile di quella che possiamo descrivere solo come una botola segreta nel Pro X. Fortunatamente per noi, non è sorvegliata da un cane a tre teste.

Estraiamo la botola (fissata magneticamente!) con la nostra punta per estrazione SIM e...

Voilà! Sotto c'è un SSD (tenuto da una vite Torx T3) e uno slot per SIM!

E, ragazzi, questo SSD ci sembra davvero familiare. Un rapido confronto con l'unità da 256 GB che abbiamo estratto dal Surface Laptop 3 conferma che entrambi i dispositivi usano lo stesso drive. E, per le riparazioni, la standardizzazione è qualcosa di grande!

Facciamo un esperimento cercando di accendere il Pro X senza SSD e... nessun segno di vita. Non ci aspettavamo che ci avviasse, ma è talmente morto che noi sospettiamo che l'SSD funga da interruttore di emergenza come quello che abbiamo trovato nel Laptop 3.

Diversamente da quanto accaduto con il Laptop 3 con le sue viti nascoste, non troviamo alcun elemento di fissaggio sotto questo supporto. Ahimé, probabilmente non ci sarà riservata l'esperienza di una magica apertura. Armiamo i nostri iOpener e ci prepariamo ad affrontare degli adesivi di grosso calibro…

I tuoi contributi sono usati su licenza in base alla licenza open source Creative Commons.